AGENDINE 2016 DEI SALONI PROFESSIONALI

Preparate le vostre agendine!

Ecco di che riempire le vostre nuove agendine del 2016 !

Inghilterra
London Bridal Show 6-8 marzo 2016 London Olympia – Londra
White Gallery 15-16-17 maggio 2016 Battersea Park – Londra
Harrogate 11-12-13 settembre 2016 Harrogate International Centre
     
Francia
Paris Bridal Fair 16-17-18 aprile 2016 Porte de Versailles
     
Germania
European Bridal Week 23-24-25 aprile 2016 Essen, Germania
Interbride Dusseldorf 25-26-27 giugno 2016 Fiera di Düsseldorf
     
Spagna
Barcelona Bridal Show Dal 29 aprile al 1 maggio 2016 Plaza España Montjuïc
     
Italia
Si Sposa Italia 20-21-22-23 maggio 2016 Fieramilanocity – Milano
     
Svezia
Nordic Bridal Show 30-31 luglio 2016 Malmö – Svezia

Paris Bridal Fair, l’intervista

I giorni 16, 17 e 18 aprile a Parigi si terrà la fiera professionale del matrimonio, il Paris Bridal Fair. L’occasione per i vostri negozi di scoprire le collezioni 2017 e le tendenze di quest’anno. Lasciamo il posto a Virginie Tomaka, Direttrice del marketing del Groupe Mariée perché ci spieghi Paris Bridal Fair 2016 !

 WAT : Paris Bridal Fair in poche parole ?
VT : Il futuro
Quello del nostro mercato, delle reti di vendita, dei fabbricanti, dei creatori, dei mestieri, delle formazioni, dei giovani, dei consumatori, della comunicazione.

Come descrivereste il Paris Bridal Fair?
Una piattaforma fisica/viva del matrimonio nel corso della quale si incontrano le principali società del mercato europeo e quelle in fieri, dove si incrociano competenze e innovazioni, e si costruiscono rapporti d’affari e d’unioni.

Qual è la sua formazione? Il suo scopo?
Nel 2016 Paris Bridal Fair è agli albori della sua vita adulta, questa 19esima edizione è stata l’opportunità di porsi nuovi interrogativi sui nostri fondamentali, sui nostri valori, sull’evoluzione dei comportamenti d’acquisto dei futuri sposi e i suoi effetti per i negozi in Francia e in Europa.

Intendiamo soddisfare i negozi con un’offerta allargata di prodotti e di servizi, con grande enfasi sull’innovazione – migliore modo per distinguersi – proponendo, con dei seminari, delle soluzioni che consentano ai negozi di essere più aggressivi e in sintonia con i consumatori.

angle_stand_360x120

Vi siete fissati degli obiettivi?
Tanti:
• Aumentare la frequenza delle visite del 20%, negozi francesi e stranieri • Far vivere agli acquirenti una visita della fiera facile e ricca • Mettere a disposizione dei traduttori
• Prendere appuntamenti con le marche per le boutique che lo desiderino
• Organizzare molti seminari/conferenze per animare le reti sociali, merchandising, formazione delle commesse, ecc.…

Siamo partiti dalla premessa che una persona che desidera aprire il proprio negozio deve trovare al Paris Bridal Fair un’offerta sufficiente di prodotti e servizi che corrispondano al suo obiettivo di avviare l’attività rapidamente.

Si tratta di creare una reale dinamica di scambi tra espositori, compratori e pubblico per preparare la stagione 2017, dunque quest’anno invitiamo un panel di future spose che potranno dare le loro valutazioni sulle collezioni degli espositori. Con Esmod abbiamo organizzato un concorso, dunque gli studenti creeranno abiti da sposa futuristi e la giuria sarà composta da giornalisti della stampa per matrimoni e femminile.

Cosa vi differenzia dalle altre fiere?

 “Parigi sarà sempre Parigi!” come cantavano Maurice Chevalier e poi ZAZ

Si dice del mercato francese che è il più tosto da penetrare; quando impariamo, possiamo non soltanto mettere in pratica, ma anche superare quanto appreso con il fare le cose. Abbiamo l’ambizione di essere i primi della classe entro 3 anni.
Va detto che il consumo è cambiato radicalmente dall’arrivo del digitale, che il mercato europeo del matrimonio, tra cui le fiere, è in ritardo, perché il nostro modello poggia su mercati simili ed in particolare a quello della bellezza, sempre in anticipo su altri settori.

Che ne sarà del futuro del mercato, del settore, della fiera?

Il futuro sono i prodotti e servizi che differenziano, non più soltanto i prezzi, i consumatori e i compratori boutique vogliono sempre di più che si proponga loro un’esperienza unica. L’esperienza, l’emozione, la personalizzazione sono il futuro.
Da un’angolatura europea, il numero di matrimoni eterosessuali si è stabilizzato da 3 anni a questa parte. E i matrimoni dello stesso sesso fanno presagire un’evoluzione positiva e di sicuro un aumento del budget medio. Le prospettive di crescita del mercato ci sembrano quindi molto incoraggianti.

Spoiler title

 

<---article precedentarticle suivant--->

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Envie de connaitre toute l'actualité ?


Iscrizione ha il newsletter